Zone Extramondo

Finalmente informazioni!

Stazione Orbitante Aurora, Sala del Consiglio, Due ore dopo

Megan è al rapporto con Sigma, Tarka, Regina e la falena umanoide

«Iniziamo dalle buone notizie – esordisce Megan – Susan e Miriam sono ferme su Altair I per accertamenti ma sembra non abbiano subito ferite gravi; a Mantis è stata staccata una gamba, ma lui dice che in due o tre giorni ricrescerà; Kirat è perfettamente sana grazie ai suoi nanoidi che l’hanno immediatamente riparata, ma ha detto che rimarrà qualche ora su Altair I per offrire assistenza ai feriti; il resto della squadra, chi più, chi meno, ha subito varie ferite; tutti i bimbi sono stati portati in salvo, hanno subito diverse ferite; qualcuno è grave, ma i nanoidi stanno facendo il loro lavoro ed i medici dicono che sono fuori pericolo. Per quanto riguarda la Fiera dei Bambini, anche se in modo poco ortodosso, ha avuto il successo che Miriam si aspettava: i bambini umani hanno iniziato a fidarsi dei bambini mutati; anzi passano molto tempo insieme. Per saldare la loro amicizia Miriam ha intenzione di aprire un laboratorio…»

«Sì, va bene. Taglia» l’interrompe Tarka

Regina lo guarda storto ma non protesta

«Kirat aveva ragione sui DemonBot – prosegue Megan – Quel gas inerte è quello che ne impedisce l’ossidazione e sono alimentati dal Nucleo. Stiamo raccogliendo i dati ma sembra proprio che siano programmati per creare un “convogliatore”; il che ci fa pensare ad una sorta di portale, ma è solo una supposizione. I dati dei due Nuclei, invece, ci permetteranno di capire quando si formano e quindi identificare la Fase 1 – fa una pausa guardando i presenti – E veniamo alle cattive notizie: il luogo dove è comparsa la Zona Extramondo è stato devastato; richiederà una grossa opera di bonifica per poter di nuovo essere abitabile. Nonostante le informazioni trovate, purtroppo le Zone Extramondo rimane un grosso problema: è vero che potremmo identificare la Fase 1, quindi poi trovare il modo di fermarla prima della formazione della Zona, quindi poi scoprire perché il Nucleo si forma, quindi…»

«Ho capito – l’interrompe Regina – Noi dovremmo fare un passo alla volta ed intanto le Zone potrebbero rafforzarsi, avrei più Nuclei o chissà che altro. Insomma abbiamo fatto un passo avanti ma siamo ancora alla loro mercé»

«Dovremmo rinforzare le squadre di emergenza» inizia a dire Sigma

«Non sappiamo se abbiamo il tempo» dice Tarka

***

Terra, appartamento di Tarka, Alcune ore dopo

«La ringrazio per avermi permesso di intervistarla, Signor Tarka – dice la donna dai lunghi capelli biondi, occhi azzurri, gambe lunghissime accavallate, scollatura provocante – Quindi attualmente state cercando di preparare una nuova tattica per la formazione delle Zone»

«Sì, esattamente»

«Senta… posso chiederle un parere personale? Come ci si trova a lavorare con mutati, Tecnodroidi, AlienBeast?»

«Faccio buon viso a cattivo gioco. Intendiamoci: non ce l’ho con i mutati in sé. Sono utilissimi, ma dovrebbero stare sotto di noi: sono stati creati per servirci»

«Lei è uno di quelli che li vorrebbe schiacciare sotto i piedi, trattarli come oggetti e disinteressarsi di loro quando non servono più?»

«Non ci si metta anche lei con questa storia: non sono umani; devono fare quello per cui sono stati creati. Servirci fin quando hanno fiato in gola. Non mi importa se devono mangiar immondizia, se vengono torturati, feriti o se muoiano. Giusto sui Leader potrei avere qualche dubbio: non sappiamo come si sono creati ed il loro ruolo non mi piace; tuttavia sono mutati e quindi forse hanno anche loro diritto ad essere usati. I Potenziati andrebbero decisamente controllati: furono loro a causare i primi problemi. Per quanto riguarda i Mutati Maggiori…»

«Sarebbero degli ottimi peluche viventi da rompere e buttare via quando non servono più – conclude maliziosa la donna – Ed i Tecnodroidi?»

«Hanno una tecnologia molto interessante, ma la loro mente alveare mi preoccupa. Vorrei poter far nostra la loro tecnologia e così “lasciarli andare”, ma per ora questo è assolutamente impossibile: i nanoidi funzionano solo in presenza dei Tecnodroidi; è per questo che abbiamo molte infermiere Tecnodroidi Individuali»

«Capisco. E gli AlienBeast?»

«Quelli sono una minaccia! Fin quando le Zone Extramondo esisteranno, eviteranno di attaccarci, ma dovremmo essere pronti a spazzarli via, prima che loro spazzino via noi. Hanno distrutto 10 astronavi la prima volta che ci siamo incontrati ed altre 20 prima della stipula del trattato. Non mi importa di quante noi ne abbiamo distrutte delle loro: sono una minaccia e devono essere spazzati via. Sto cercando di fare pressioni sul consiglio per questo»

«E gli Abitanti delle Stazioni Orbitali?»

«Quelli sono umani: non ho nulla contro di loro. Anche se ogni tanto discutiamo sui motivi che ci portarono a combatterci, i responsabili hanno già pagato e non nulla da lamentarmi»

La donna mette via il taccuino e si sporge

«Che rimanga tra noi, Signor Tarka, ma io forse potrei esaudire un suo desiderio» un feroce ghigno si stampa sul suo volto


Ti ho incuriosito abbastanza? Scarica Zone Extramondo e la descrizione dell’ambientazione!

Licenza Creative Commons
Tutti i contenuti di questo sito (anche dove non direttamente specificato) sono realizzati da Andrea Saporito e sono sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported. È comunque permessa la libera traduzione.